Capossela live a San Vito Lo Capo

Vinicio Capossela sbarca a San Vito Lo Capo. Stasera, mercoledì 23 settembre alle 23, in piazza Santuario nell’ambito del Cous Cous Fest porterà sul palco il suo progetto live Nel paese dei coppoloni Still Alive, un concerto materico, sanguigno e ballabile che prende il nome dall’omonimo romanzo del cantautore, edito da Feltrinelli, candidato al Premio Strega 2015. Sul palco suoneranno anche La Banda della Posta, la bassa banda Città di Calitri e il “cantante gladiatore” Cicc’ Bennet, perché, “la musica va spartita, va condivisa e mangiata insieme”. Durante il concerto, gratuito, alla musica verranno alternate le storie del libro con l’obiettivo di “portare alla realtà di carne cruda la verità dell’immaginazione”. Così il patrimonio musicale e agricolo de “Il Paese dei Coppoloni” sarà esposto dal vivo dalla diretta voce cantata dei suoi protagonisti. Concerti, ma non solo. Prosegue il programma della 18esima edizione con il calendario dei  cooking show. Grandi chef, italiani e internazionali, propongono dal vivo le loro ricette al PalaBia, sul lungomare sanvitese, con l’obiettivo di svelare i segreti della preparazione del cous cous. Alle 13, lo chef Filippo La Mantia esalterà il ruolo del triplo concentrato di Mutti; alle 15, invece, Salvatore Campagna, chef del ristorante “Secondo Tempo” di Termini Imerese (Palermo),  proporrà, nell’ambito di uno dei momenti “Electrolux Experience”, un cous cous con carpaccio di filetto di manzo madonita. Alle 17, le tradizioni di Marocco, Italia e Polonia s’incontreranno nel laboratorio curato dal reporter gastronomico Fabrizio Nonis e dalla chef Giovanna Wale, una delle protagoniste di The Cooking Show (Rai Tre), il programma realizzato per Expo Milano 2015 che quotidianamente mette a confronto due chef – uno italiano e uno straniero – nella preparazione dei piatti tipici della loro tradizione culinaria.  Alle 20,30, lo chef stellato Giancarlo Morelli del Pomireu a Seregno (Milano) proporrà una ricetta di origine siciliana in cui a valorizzare il gusto del pesce, gambero e alalunga, saranno prodotti locali, come la cipolla di Giarratana e il pomodoro Pachino. Domani sarà anche la vigilia della competizione internazionale di cous cous. Alle 22 saranno presentate, in piazza Santuario, le dieci delegazioni dei Paesi che si sfideranno a colpi di incocciata, provenienti da Brasile, Francia, Israele, Italia, Marocco, Mauritius, Palestina, Senegal, Stati Uniti e Tunisia.

Facebook
Twitter
LinkedIn